Smagliature: cosa sono?

Le smagliature consistono in un lieve o più consistente deterioramento di una parte di pelle, ed appaiono sotto forma di piccoli solchi somiglianti a cicatrici. I punti più colpiti sono la pancia, i fianchi, i glutei, il seno e le cosce, tutti punti dove la pelle è più abbondante, e adesso capiremo il perché.

Cause

Una delle cause più comuni di questa patologia è un forte aumento di peso nell’arco di un tempo piuttosto ristretto. Un’altra causa è il caso contrario, ovvero la perdita di peso nel brevissimo periodo. In generale, questo avviene a causa della crescita o dello sviluppo fisico e muscolare dell’individuo che ne è soggetto.

Quando? E a chi?

Pur non essendoci un’età predefinita, le smagliature colpiscono maggiormente le donne in gravidanza o le persone in età adolescenziale, fino ai 30 anni, con le donne che doppiano gli uomini in quanto ad incidenza.

Si possono prevenire?

Ci sono pochi e semplici consigli che, se messi in pratica, vi aiuteranno ad avere minore probabilità di ritrovarvi delle smagliature.
In primo luogo, bisogna avere uno stile di vita sano ed equilibrato, perciò dovrete seguire una dieta che sia ricca di vitamine, grazie alle verdure e alla frutta, e povera di grassi, evitando quindi quegli alimenti come i salumi (ovviamente non bisogna eliminarli totalmente dalla propria dieta, basta mangiarne con parsimonia). Il latte, e tutti i suoi vari derivati, sono ricchissimi di quella vitamina A fondamentale per il nutrimento del corpo, così come la carne bollita, il pesce e il tuorlo d’uovo contengono la gran parte dei nutrienti più importanti del metabolismo umano.
La naturale conseguenza di questo tipo di alimentazione è l’applicazione di una buona dose di attività fisica settimanale: muovetevi, non state in casa, anche una passeggiata nel verde, un’oretta al giorno, aiuta; se praticate sport ancora meglio, ma non esagerate, soprattutto se fate attività che implicano una definizione del corpo, come la palestra. Mantenete sempre il corpo tonico, fate sempre esercizio per non far cadere i muscoli, addominali, trazioni, flessioni, tutti movimenti che vanno a lavorare sulle parti più colpite dalle smagliature.
Bevete tanto, idratatevi più volte al giorno, almeno un litro e mezzo di acqua quotidianamente.

Cose da evitare

Se vi vedete grasse, specie nel post gravidanza o, magari, nel pieno della vostra pubertà, l’errore più grande che potete fare è smettere di mangiare per perdere i chili in più in pochissimo tempo: vi ritroverete, dopo qualche settimana, a mangiare il doppio, rimettendo su subito parecchio di quello che avete perso, e questo è deleterio per la vostra pelle che, a furia di allungarsi e ritirarsi, formerà le smagliature. Evitate assolutamente vizi come il fumo e l’alcol, anche se quest’ultimo può essere bevuto limitatamente a un paio di bicchieri di vino giornalieri, come consigliano quasi tutte le diete.

Se arrivano, come si curano?

Se, nonostante tutto, le smagliature dovessero arrivare, l’unico modo per curarle è l’applicazione di cosmetici e creme particolari create ad hoc, ed è qui che entra in scena, solo per voi, l’affidabilità e la convenienza di Kelo-Stretch, una crema per il corpo che tonifica la pelle, la ammorbidisce e la idrata: oltre a poter essere applicata sulle smagliature, viste le sue enormi qualità testate scientificamente, può anche essere utilizzata come prevenzione a tale problema, perché lascia idratata e nutrita la pelle.

In conclusione, una vita regolare e senza troppe rinunce, può aiutare a contrastare le smagliature. E nel caso non ce la doveste fare, nessun problema: ci penserà Kelo-Stretch.

 

Fonti:

http://www.my-personaltrainer.it/alimentazione/dieta-smagliature.html
http://www.saninforma.it/biblioteca-della-salute/smagliature-prevenzione-e-trattamento

Leave a Reply